CHIARORE E LUCENTEZZA NEI RACCONTI DI STEFANIA VALENTINI - Comune di Montecatini Terme

archivio notizie - Comune di Montecatini Terme

CHIARORE E LUCENTEZZA NEI RACCONTI DI STEFANIA VALENTINI

 
CHIARORE E LUCENTEZZA NEI RACCONTI DI STEFANIA VALENTINI

Firenze. Classe 1963. Stefania Valentini si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1987, allieva dei professori Giovannelli, Mongatti e Manfredi.

L’artista inaugura il suo percorso professionale nel 1998 quando allestisce la sua prima personale; da quell’anno sono seguite numerose collettive e personali.

Si ricorda la partecipazione alla “Grand Exhibition” ospitata all’International Convention Center di Shangai per Expo 2010; “Racconti di luce e colore” a Palazzo Medici Riccardi di Firenze, nel 2014; la collettiva “Capriccio italiano” nello Spazio Italia all’Ambasciata italiana di Pechino; la personale “Dolci cose a vedere e dolci inganni” curata dal Maestro, Prof. Roberto Giovannelli all’Accademia della Chionchina di Pistoia; la personale “Arca della memoria” all’Accademia delle Arti del Disegno a Firenze dove, nel 2018, viene nominata Accademico d’Onore.

Dal giugno 2022 anche il Mo.C.A. Montecatini Contemporary Art entra nel novero di gallerie che espongono opere a firma dell’artista; entrano infatti a far parte della collezione permanente due splendidi disegni ed una tempera a uovo che si aggiungono ad un nucleo corposo e di ragguardevole pregio.

Le sue opere, definite “teatri visionari affollati di oggetti d’uso e memoriali d’affezione”, propongono composizioni drammaticamente complicate costituite di svariati oggetti. Questa scelta stilistica non è causale ma strategica a catalizzare l’attenzione sul protagonista dei disegni: la luce. La materia non si fa soggetto ma strumento attraverso cui studiare chiarore e lucentezza che si manifestano nei tessuti, nelle pieghe e nelle trame; nei colori; nei paesaggi collinari, marini o lacustri; negli ampi cieli decorati di nuvole.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (145 valutazioni)